Hello Darkness, my old friend.

Pensieri nel Silenzio della notte…Ritorni

Tornare in un qualsiasi posto dopo un po’ di tempo fa sempre uno strano effetto.

Anche a distanza di un solo mese i cambiamenti che si possono notare sono notevoli.
I posti che fino a prima della partenza portavano ancora i segni dell’Inverno, la neve ancora accumulata agli angoli delle strade, il cielo perennemente coperto di nubi, ora invece sembrano rinati con l’avanzare della Primavera e l’avvicinarsi dell’Estate. In maniera analoga le persone sono diverse ora, come se qualcosa si stesse risvegliando nuovamente.

Ancora diverso è quando il ritorno è quello verso Casa: non solo ti accorgi dei cambiamenti anche impercettibili nei posti e nelle persone, ma noti anche i cambiamenti in te stesso. La lontananza porta inevitabilmente ad apprezzare, ad amare tutti quei luoghi che, per un motivo o per un altro, sei portato a considerare come Casa e porta a vedere te stesso in un’altra luce. Senti che il rapporto con quei luoghi e con le persone che vi vivono sono inevitabilmente diversi. La vita inevitabilmente va avanti per entrambi e come tu hai potuto solo “osservare” come attraverso un oblò tali cambiamenti, anche tutti quelli che sono rimasti indietro possono difficilmente comprendere quanto è cambiato in te.

Eppure, pur sapendo tutto questo, una volta che una persona è via, sente sempre il bisogno di tornare presto o tardi. In alcuni di noi questo desiderio si presenta prima, in altri dopo; all’inizio è solo un fastidio, che però poi cresce con Forza sempre maggiore, fino a diventare un bisogno pressante, vitale, quasi come l’aria che respiri.

Una volta tornato indietro poi, una volta appurato che le cose, per quanto diverse, vanno comunque “bene”, allora si sente un nuovo bisogno: quello di Ritornare sulla Strada, di riprendere il cammino laddove si era lasciato e di tornare nel Mondo, fuori dalle proprie mura, lontano dalle strade familiari e dai territori conosciuti, per scoprire quanto ancora richiede di essere scoperto. Anche in questo caso per ognuno di noi succede con tempi diversi, chi ha bisogno di fermarsi per pochi giorni, chi invece richiede di sostare e riposarsi un po’ di più per poter ritrovare le forze.

Ma questo Bisogno, questo Desiderio, questa smania, inevitabilmente si presenta per tutti,o meglio, per tutti quelli per cui, in un modo o nell’altro, la Strada, la Via, sono parte del proprio Essere, scritte indelebili della propria Carne e del proprio Spirito.

E allora di nuovo prepari i tuoi bagagli, ti appresti a salutare quelle persone e quei luoghi che ormai fanno parte di te, e varchi nuovamente la soglia, con rinnovate forze, cosciente comunque del fatto che, così come si è fatto sentire la Voglia di Ripartire, immancabimente, prima o poi, si presenterà nuovamente quella di ritornare…

E così sarà sempre, in un Cerchio eterno, immutabile, eppure in continuo divenire…

Annunci

~ di Ramingo su 26 maggio 2011.

2 Risposte to “Hello Darkness, my old friend.”

  1. Sui passi di un Ramingo presto un altro ne arriva.
    Complimenti per le foto: oltre al cambiamento delle stagioni si notano dei passi avanti^^

    • Grazie G.
      Effettivamente, soprattutto le foto in Irlanda sono state le prime che ho fatto. Magari non saranno le migliori, però per me sono tra le più importanti.
      Conto di ritornarci comunque in tempi brevi per “riprendere la mano” laggiù e soprattutto per fare un bel Viaggio come si deve…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: